Come disattivare “MyWind”

Da domani, Lunedì 15 Dicembre, il servizio “MyWind” di Wind, il messaggio che ti avverte chi ti ha chiamato mentre il cellulare era spento/non prendeva, diventerà a pagamento (0,19€ a settimana).

Per disattivarlo, chiamare il 403020, attendere che dica “Premi 2 per…”, premere 2 ed attendere la conferma di disattivazione.

Immagino che la Wind l’abbia fatto per non essere di meno rispetto gli altri gestori dove è già a pagamento da un po’.

Ciao!
! 🙂 !

Cinesica culturale 1: Napoli

La cinesica culturale è lo studio del corpo e del suo movimento nello spazio intesi come simboli di di comunicazione sociale.

Nota bibliografica: “Come te l’aggia dicere? ovvero l’arte gestuale a Napoli” di Bruno Paura e Marina Sorge.

Edizioni Intra Moenia, Napoli, ottobre 1998.

 

1) Il documentario presenta i titoli delle sezioni che intende trattare:
1.1) Lo speaker spiega i movimenti di un uomo che muove la testa con cappello che ha limoni che pendono.
1.2) Immagini de “la vecchia o’ carnevale” con lo stesso uomo che tiene davanti, poggiato sulla pancia, una pupazza vestita di nero con faccia da vecchia strega che suona le nacchere.
1.3) Cinesica rituale:
1.3.1) In una piazza gremita di napoletani che seguono l’esibizione de o’pazzariello che balla tenendo un bastone in mano, si mostrano soprattutto i piedi.
1.3.2) ‘o pazzariello balla con una napoletana con una gonna molto corta.
1.3.3) Alle spalle de o’pazzariello anche la vecchia o’ carnevale.
1.3.4) I due personaggi ballano incitati dalla folla.
1.3.5) L’uomo con la vecchia mentre esegue un pezzo da solo, poi con la ragazza in minigonna.
1.3.6) La folla con i due personaggi in giro per i vicoli di Napoli
1.3.7) Il gesto.

2) Le parti del corpo:
2.1) Alcuni disegni con i vari gesti presenti nel volume del canonico Andrea de Jorio, La mimica degli antichi investigata nel gestire napoletano, Napoli, Stamperia e cartiera del Fibreno, 1832.
2.2) Bambini di una scuola mentre ascoltano due attori, uno è Peppe Barra, l’altro potrebbe essere Mariano Rigillo.
2.3) I bambini, con fiocco e grembiule, ascoltano e ripetono i gesti contenuti nella narrazione.
2.4) Cinesica sociale:
2.4.1) Una donna gesticola mentre parla con una donna anziana in un mercato rionale.
2.4.2) La donna deve vendere la merce del suo banco, quindi ogni tanto urla per decantare la qualità della merce esposta.
2.4.3) Classificazione dei movimenti: emblemi, bacchette, ideografici, spaziali, deittici, regolatori.
2.4.4) La donna del mercato utilizza un gesto per sostituire la parola (emblema), poi un altro gesto per sottolineare il discorso (bacchetta), un venditore ambulante parla dal camion pieni di biancheria da vendere, fa dei gesti per indicare relazioni nello spazio (spaziale).
2.4.5) Il camion con l’ambulante e la folla intorno, fa altri gesti definiti bacchetta, deittico, poi incrocia le due mani per fare il gesto di chi va in galera, poi con le scatole davanti fa il gesto di giurare sulla madre (emblema), poi mostra un due con le mani per dire che la cosa costa solo duemila lire.
2.4.6) Due napoletani discutono davanti ad una guardia, i gesti vengono rivisti al rallentatore e in sovrimpressione vengono classificati.

3) Cinesica rituale:
3.1) Alcune persone alla fermata degli autobus: un ragazzo parla con un uomo più grande, i gesti vengono analizzati e classificati.
3.2) Due donne vestite di scuro insieme ad una bambina, la donna più anziana ha in mano le buste della spesa. Le donne parlano e gesticolano molto.
3.3) Una signora parla con un signore sotto la pensilina di una capolinea di autobus. L’uomo vuole dare a tutti i costi una moneta alla donna che però la rifiuta.
3.4) Due donne parlano nel cortile del palazzo, una delle due ha una busta della spesa, parlano di qualcosa successa nel palazzo.
3.5) Moduli verbali e cinesici:
3.5.1) Alcuni disegni con scene riguardanti la devozione alla madonna dell’arco.
3.5.2) Foto della processione con alcuni bambini vestiti con sacchetto bianco e fusciacca obliqua.
3.5.3) Interviste sull’avvenimento.
3.5.4) Parla una donna anziana, intorno altre persone che ascoltano in silenzio.
3.5.5) Lo speaker analizza la gestualità della donna.

4) Il gesto:
4.1) Parla una giovane ragazza con la minigonna, prima parla in italiano, poi dice la stessa cosa in napoletano, questo per mostrare la diversità della gestualità.
4.2) Parla un uomo che nella processione è addetto al trasporto della statua, l’uomo parla in napoletano.
4.3) Parla un giovane, sempre in napoletano, all’inizio è impacciato per la presenza della telecamera, poi, man mano si scioglie e i gesti sono più spontanei.
4.4) Cinemi situazionali:
4.4.1) Foto di bambini, di donne.
4.4.2) Stadio di San Paolo con spalti gremiti di tifosi napoletani.
4.4.3) Riprese le varie espressioni di alcuni tifosi che seguono la partita.
4.4.4) Esplosione di gioia e movimenti delle braccia quando il Napoli segna il goal.
4.4.5) Procida: mani una sopra all’altra di una donna che stringe il portamonete all’altezza della vita come in tensione.
4.4.6) Le donne seguono la processione del Crocefisso organizzata dalla confraternita dei turchini (del Santissimo sacramento).

5) Cinesica sociale:
5.1) Altre immagini di persone che assistono alla processione.
5.2) Sfilano i sacerdoti che camminano tenendo in mano il libretto.
5.3) La statua di Gesù morto portata in spalla dagli uomini che hanno la faccia segnata dalla stanchezza.
5.4) Altre donne con le mani messe sempre allo stesso modo.
5.5) La sfilata dei bambini vestiti con abito scuro e ricamato in oro.
5.6) Il sacerdote in testa alla sfilata.
5.7) Gente stretta appoggiata al muro assiste.
5.8) Sfilano i marinai.
5.9) Una donna si abbottona il cappotto poi ritorna con le mani alla stessa posizione.

6) Moduli verbali e cinesici

7) Cinemi situazionali

8) Le 8 parti del corpo:
8.1) Con l’aiuto della grafica e di un piccolo filmato si illustra il movimento della testa, della faccia, delle spalle e tronco, delle braccia, delle mani, delle gambe, dei piedi e del collo.

 

 

Copyright Disclaimer Under Section 107 of the Copyright Act 1976, allowance is made for “fair use” for purposes such as criticism, comment, news reporting, teaching, scholarship, and research. Fair use is a use permitted by copyright statute that might otherwise be infringing. Non-profit, educational or personal use tips the balance in favor of fair use.

Edit 13/04/2015: aggiunto mirror per il video:

Fonte

Ciao!
! 🙂 !

Sucker Punch – Discorso finale

E alla fine, la domanda.

Chi è realmente al centro della storia?
Chi manovra il sipario?
Chi è che decide la coreografia della danza?
Chi ci porta alla follia?
Chi è che ci sferza e ci incorona vincitori quando sopravviviamo all’impossibile?
Chi è… che fa tutte queste cose?

Chi ci ispira ad onorare quelli che amiamo con la nostra stessa Vita?
Chi manda i mostri a ucciderci e allo stesso tempo canta che non moriremo mai?
Chi ci insegna che cosa è reale e come ridere delle bugie?
Chi decide perchè viviamo e per cosa dobbiamo morire?
Chi ci incatena?
E chi ha la chiave che può renderci liberi?

Sei tu, hai tutte le armi che ti servono,
combatti!

 

Ciao!
! 🙂 !

Testo Space One – Super Man

Space One, Dj Enzo contro Superman
La città è nostra
la città è nostra
supercriminali
Superman

Rit.
What the fuckman, ancora tu Superman non ce n’è what the fuckman
non voli più resti giù man
vesti blu
sempre tu, what the fuckman
what the fuckman ancora tu non ce n’è what the fuckman
Superman
resti giù man
vesti blu sempre tu
what the fuckman

Mantelli neri man
cattivi veri clan
nelle metropoli furgoni neri van
villani armi alle mani
quartieri nuovi
domini qui ci sono guerrieri man
sparisci Superman
ce n’è pure per te
conto fino a dieci per te, one, two, threeee.
Pronto ad agire se sento arrivare eroi,
per i cittadini onesti iniziano i guai,
nuova alba man
mei comandamenti man
stai alla larga da sta razza di bastardi come Globeman
la città è nostra comba va alla bocca robba che scotta
criptonite per Carramba fra
madama alle calcagna fra
noi nascosti nella fogna del centro e siam più di cento che dentro al cavò svotiamo Milano di tutto il grano.

Rit.
What the fuckman, ancora tu Superman non ce n’è what the fuckman
non voli più resti giù man
vesti blu
sempre tu, what the fuckman
what the fuckman ancora tu non ce n’è what the fuckman
Superman
resti giù man
vesti blu sempre tu
what the fuckman.

In giro il virus man
colpisce naso man
toglie il respiro aumenta il tiro man
pavera in giro troppa man
tocca spaccare il culo come peccaman
spargere terrore col bang bang man
fatti una milla con mille di SinCity
ospedali mentali crollati
E’ Milano, baby
tutti schedati vedi
scienziati fanno incroci
mutano anime
con tute bianche espirimenti man
cellule pazze man
con tute spesse proteggi radiazioni
fan supercriminali
volano senza ali vendette personali man
contro il sistema man
se arrivi Spiderman
ce n’è pure per te
lasciaci stare che siam verdi come il tè
super poteri quartieri fan prigionieri man.

Rit.
What the fuckman, ancora tu Superman non ce n’è what the fuckman
non voli più resti giù man
vesti blu
sempre tu, what the fuckman
what the fuckman ancora tu non ce n’è what the fuckman
Superman
resti giù man
vesti blu sempre tu
what the fuckman.

Alterazione genetica man
reazioni chimica man
un replicante contro tutti va dalla notte man
laboratori che sfornan crimine incidenti nei procedimenti causano vittime senza giustizia man
scrivono i media man
ma non di medio man
pezzi del nostro clan
il Mondo è nostro
altro che G8 un candelotto metto maschera e combatto
super forza per forza non è una farsa,
la formula del mutante perfetto
il gioco è fatto
l’equilibrio è rotto
forze ultraterrene
il male contro il bene
superiore ad ogni legge
fumetti chi li fa e chi li legge
esplosione e schegge
raggi X
Mister X
delle Mister man
Superman alla prox non ce n’è,
chiama Spiderman
ce n’è pure te…
ce n’è pure te…
il Mondo è nostro
MI Milano 2007
come Metropolis.

L’ho trascritta io e non è essente da errori: certe parti non si capiscono proprio.

Ciao!
! 🙂 !

Dropbox crittografato? Wuala.

Da quando avete scoperto “Dropbox” non ne potete fare più a meno ma avete paura per i vostri dati?

Ecco a voi “Wuala“, un servizio offerto da LaCie: stesso principio di Dropbox mai i file sono crittografati.

Tra le pagine del sito, infatti, potrete leggere:

neppure il personale di Wuala può vedere i tuoi file personali.

 

Si, perchè qualche tempo fa girava notizia che i dipendenti di Dropbox potevano vedere i nostri file senza troppi problemi.

Per i file “importanti” ho continuato ad utilizzare la vecchia cara penna usb, per tutto il resto Dropbox.

Diversamente da Dropbox, non si ha una cartella dove mettere i file ma un hd remoto: non occupa spazio sul hd ma i file sono raggiungibili solo se collegati ad internet.

Offre anche la possibilità di sincronizzare cartelle preesistenti, il che è comodissimo: niente doppioni nella cartella Dropbox, cartelle al loro posto, possibilità di sincronizzare cartelle di configurazione tra più computer (vedi Outlook/Mail).

Per la condivisione dei file, c’è la possibilità di condividere tutto il proprio account o solo alcune cartelle con i tuoi “contatti”, possibilità di rendere un file pubblico, possibilità di far raggiungere il file tramite un link html (comodissimo).

Provandolo, mi sento di consigliare di fare una sincronizzazione delle  cartelle preesistenti o di creare una cartella dove collocare i file così da aver i file sempre a disposizione (anche offline) e non avere il problema della copia del file sul hd remoto (essendo remoto, la velocità di copia dipenderà dall’upload a vostra disposizione).

In fin dei conti, è un servizio un po’ più serio di Dropbox.

Come per Dropbox, c’è un’app sia per iOS che per Android.

Per la versione Android, fate attenzione, rimane attiva: bisogna sloggare per chiuderla o terminarla brutalmente (sconsigliato).

Se volete registrarvi, seguite questo link: avrete 2GB a disposizione invece di 1GB.

Ciao!
! 🙂 !

 

Ps.: se, invece, volete registrarvi a Dropbox (che è un po’ più “veloce”), seguite questo link: avrete a disposizione 2,25GB (cioè 250MB in più).

Nokia Tune

Chi non ha mai avuto questa suoneria almeno per un giorno 😀 ?

Solo chi non ha mai avuto un Nokia.

 

 

Se ne volete sapere di più, vi consiglio di leggere questo articolo su Nokioteca.

Ciao!
! 🙂 !

Shopping di Ferragosto

Quello che ho detto appena ho visto i titoli non lo posso ripetere:

http://www.android-ita.com/altro-che-vacanze-google-acquista-motorola-tutta/

http://www.androidiani.com/news/larry-page-annuncia-google-ha-acquisito-motorola-64401

http://www.androidlab.it/breaking-news-google-compra-motorola/

http://www.androidworld.it/2011/08/15/google-acquista-motorola-e-android-non-sara-piu-lo-stesso-53628/

http://www.ispazio.net/246526/google-acquista-motorola-per-ben-12-5-miliardi-di-dollari/

http://www.androidblog.it/site/2011/08/google-acquisisce-motorola/

http://www.xda-developers.com/android/google-purchases-motorola-mobility/

http://www.spazioandroid.com/2011/08/breaking-newsgoogle-compra-motorola/

http://www.theapplelounge.com/news/google-acquista-motorola/

http://www.nexus-lab.com/2011/08/15/google-acquista-motorola/

http://www.androidworld.it/2011/08/15/google-acquisisce-motorola-cambiera-tutto-o-nulla-53634/

http://www.mobileblog.it/post/16962/ferragosto-si-tinge-di-rosso-google-si-compra-la-divisione-mobile-motorola/

http://googleblog.blogspot.com/2011/08/supercharging-android-google-to-acquire.html

 

Da Wiki:

La Casa è forse maggiormente conosciuta sul mercato come produttrice di telefoni cellulari. Il primo telefono cellulare portatile perfettamente funzionante venne realizzato nel 1973 dall’ingegnere americano Martin Cooper per conto di Motorola: questo apparecchio, denominato commercialmente Motorola DynaTAC, fu il primo cellulare riconosciuto dalla FCC nel 1983. Alla Casa comunque appartengono altri primati nell’ambito della telefonia mobile raggiunti in seguito allo sviluppo della serie MicroTAC.

 

In parole povere, dobbiamo ringraziare loro se ora tutti noi abbiamo almeno un cellulare.

Ciao!
! 🙂 !

Abilitare sfondi e multitasking iPod Touch 2G 4.2.1

Dal lontano Dicembre 2008 ho un iPod Touch 2G in casa.

Ho praticamente provato tutti i firmware disponibili per questo iDevice e, naturalmente, tutti i modi possibili ed immaginabili per il Jailbreak, incominciando dal primo che era Tethered (ogni volta che si spegneva, bisognava rieseguire tutta la (macchinosa) procedura per attivarlo) arrivando, ieri, all’ultimo per sbloccare l’ultimo firmware reso disponibile anche per l’iPod Touch, il 4.2.1.

Questa ennesima procedura per eseguire lo sblocco, al contrario della precedente, oltre a non installare direttamente Cydia, non abilita nè lo sfondo nella Springboard nè il multitasking.

Cercando, avevo trovato solo tool da installare tramite Cydia che, come la maggior parte dei tool/tweak, rallentano l’iDevice (cosa confermata nei commenti).

Cercando ancora, ho trovato questa guida che funzionerebbe solo su iPhone 3G: attivare le opzioni native è sempre meglio che utilizzare tool, quindi ho voluto tentare ed ho fatto bene.

Infatti vi basta andare in “/System/Library/CoreServices/SpringBoard.app/“, aprire l’unico file “.plist” che trovate (sull’iPod Touch 2G si chiama “N72AP.plist“) e seguite le modifiche che trovate in quella guida, cioè inserite queste quattro stringhe

 

 <key>multitasking</key>

<true/>

<key>homescreen-wallpaper</key>

<true/>

 

dopo le stringhe

 

<key>wifi</key>

<true/>

 

riavviate il vostro iDevice ed avete fatto.

Se solo zio Steve avesse reso possibile l’inserimento di uno sfondo su tutti gli iDispositivi, ci sarebbero meno iDispositivi sbloccati in giro.

Ciao!
! 🙂 !

 

Ps.: commento finale: cazzarola, è uno sfondo: ormai anche sui cellulari da 10€ si può settare uno sfondo!