Abilitare sfondi e multitasking iPod Touch 2G 4.2.1

Dal lontano Dicembre 2008 ho un iPod Touch 2G in casa.

Ho praticamente provato tutti i firmware disponibili per questo iDevice e, naturalmente, tutti i modi possibili ed immaginabili per il Jailbreak, incominciando dal primo che era Tethered (ogni volta che si spegneva, bisognava rieseguire tutta la (macchinosa) procedura per attivarlo) arrivando, ieri, all’ultimo per sbloccare l’ultimo firmware reso disponibile anche per l’iPod Touch, il 4.2.1.

Questa ennesima procedura per eseguire lo sblocco, al contrario della precedente, oltre a non installare direttamente Cydia, non abilita nè lo sfondo nella Springboard nè il multitasking.

Cercando, avevo trovato solo tool da installare tramite Cydia che, come la maggior parte dei tool/tweak, rallentano l’iDevice (cosa confermata nei commenti).

Cercando ancora, ho trovato questa guida che funzionerebbe solo su iPhone 3G: attivare le opzioni native è sempre meglio che utilizzare tool, quindi ho voluto tentare ed ho fatto bene.

Infatti vi basta andare in “/System/Library/CoreServices/SpringBoard.app/“, aprire l’unico file “.plist” che trovate (sull’iPod Touch 2G si chiama “N72AP.plist“) e seguite le modifiche che trovate in quella guida, cioè inserite queste quattro stringhe

 

 <key>multitasking</key>

<true/>

<key>homescreen-wallpaper</key>

<true/>

 

dopo le stringhe

 

<key>wifi</key>

<true/>

 

riavviate il vostro iDevice ed avete fatto.

Se solo zio Steve avesse reso possibile l’inserimento di uno sfondo su tutti gli iDispositivi, ci sarebbero meno iDispositivi sbloccati in giro.

Ciao!
! 🙂 !

 

Ps.: commento finale: cazzarola, è uno sfondo: ormai anche sui cellulari da 10€ si può settare uno sfondo!

iPhone owned!

Il 27 Luglio 2010 un mio amico mi manda questo MMS:

iPhone rotto

Nel testo c’era scritto una cosa del tipo “E’ caduto dalla scrivania ed è finito sul tappeto!”.

Quando me lo fece vedere la prima volta (il 23 ottobre 2009), non ero molto contento della cosa e quella era la dimostrazione; in quel periodo ero ancora un “Nokia fan(boy)” ed il fatto che ritornò al suo vecchio 5300 XpressMusic (tutt’ora in attività) mi fece “gongolare” ancora di più.

Andò anche da un “Genius” ma gli chiesero circa 200€.

Due settimane fa me lo portò; le condizioni in cui versava erano queste:

iPhone ancora rotto

Con una spesa di 24,99€ e due ordini (il primo pacco mi è stato rubato), eccolo ora:

Sotto i ferri

iPhone riparato

Owned

Con altri due suoi compagnucci (quello al centro è il migliore 😀 ):

Compagnucci

Rivolto al legittimo proprietario: ci metto le mappine di Chichester e te lo spedisco.

Ciao!
! 🙂 !

I magnifici 4

Ieri sera, venerdì 19 Febbraio 2011, c’è stata una cenetta tra “I Magnifici 4”: Obama, zio Steve (dai che lo conoscete, è quello che produce quegli oggettini da centinaia di €), Erich Schmidt (quasi sicuramente avrete il suo sito come homepage) e Mark Zuckerberg (ci passate la maggior parte del tempo che trascorrete su Internet; un aiuto? Veste di blu.).

Si, l’altro Steve (Ballmer, dai che lo conoscete: avrete sicuramente utilizzato qualcosa “creato” dell’azienda di cui è capo) non è stato invitato:

I Magnifici 4

Fonte

Edit: a quanto pare c’era anche qualcun’altro (da laRepubblica.it): Carol Bartz (Yahoo!), Dick Costolo (Twitter), Larry Ellison (il co-fondatore di Oracle) e John Chambers (il presidente di Cisco Systems).

Insomma, altri big ma all’appello continua a mancare il secondo Steve 😀 .

Ciao!
! 🙂 !

“Cara Nokia…

…ti scrivo.

Sono un tuo vecchio caro fan.

Ti ho sempre difeso a spada tratta quando “la febbre” dell’iPhone contagiava tutti quelli che hanno iniziato a “smessaggiare” con te;

ti ho sempre difeso anche quando il mio ultimo Nokia, l’N78, mi ha abbandonato dopo neanche un anno e mezzo;

ti ho sempre difeso anche quando Android iniziava a diffondersi e mi sentivo un traditore quando, per la realtà dei fatti, sono passato ad Android con un HTC.

Oggi, però, mi hai profondamente delusa.

Si, perchè invece di puntare il tutto per tutto su s.o. open come il tuo MeeGo o Android, ti sei “piegata” a Windows 7 Phone.

Che dirti: è stato un piacere essere un tuo fedele “seguace” per tutto questo tempo.

Rimpiangerò per sempre le tue pietre miliari come il 3310/3330, l’N70, l’N73, ecc.ecc..

Un tuo caro fan.”

Ciao a tutti.

Scusate la breve premessa poetica (visto che poeta che sono 😀 ?) ma oggi, Venerdì 11 Febbraio 2011, è una data epocale per Nokia.

Si, perchè il suo CEO (Chief Executive Officer, l’amministratore delegato, il capo insomma) Stephen Elop, ha annunciato una partnership con Microsoft e il suo Windows 7 Phone: dal prossimo anno, tutti gli smartphone di fascia medio-bassa saranno gestiti dal sistema operativo di mamma Microsoft, quelli di fascia medio-bassa da Symbian.

Diciamo che il nuovo CEO ha voluto giocare in casa (era a capo della divisione Business della Microsoft) e che la Microsoft ha fatto un’altra ottima mossa (l’altra è essersi fatto amico GeoHot).

Tutto questo poteva essere previsto data la comunicazione interna che è girata nei giorni precedenti.

Infatti l’Ovi Store e il Marketplace si “fonderanno”, come tutti i servizi offerti da entrambi: da una parte il Live, il Marketplace (e tutti i contenuti di Zune), Office, dall’altra le mappe Navteq di “Nokia Maps” (Navteq, acquista nel 2008 da Nokia appunto).

Non entro nello specifico ma vi allego un po’ di articoli a riguardo (Nokia Conversations è il blog ufficiale di Nokia, vi consiglio quello):

Nokia Conversations 1, 2, 3 e 4

laRepubblica.it

Nokioteca 1, 2, 3, 4 e 5

MobileBlog 1, 2 e 3

SpazioAndroid

Ilpost

Ed ora veniamo alle considerazioni personali.

Non ho potuto ancora provare Windows 7 Phone e per questo non posso dire com’è ma, da quello che leggo in giro, sembra proprio essere niente male.

Invece ho potuto provare Zune: dopo il mese di prova, stavo quasi per abbonarmi.

Principalmente critico Nokia perchè, con un ampia scelta di s.o. aperti (Maemo, MeeGo, Android, lo stesso Symbian), ha scelto un s.o. chiuso come W7Phone.

Non penso che comprerò mai un Nokia W7Phone (mai dire mai) perchè W7Phone non è il s.o. che fa per me: utilizzo da una Vita quasi tutti i servizi offerti da Microsoft ma per tutti i miei dati mi sono affidato a Google e per questo penso continuerò ad utilizzare Android.

Continuerò ad utilizzare Android soprattutto perchè, a differenza di W7Phone e iOs, non ha bisogno di un computer per essere gestito: mentre i primi due hanno bisogno di programmi che girano bene solo sui rispettivi s.o. (avete mai provato iTunes su Windows e poi su Mac? Un abisso), Android non è legato a nessun programma ed è possibile fare tutto direttamente dallo smartphone (addirittura se si tratta di rootarlo e di cambiare rom).

Per riassumere il pensiero degli utenti comuni (quelle totalmente al di fuori delle “guerre” tra smartphone), invece, utilizzerò un’affermazione che una persona mi disse qualche settimana fa:

“Symbian è sempre distante anni luce: in passato in positivo, ora in negativo!”

In bocca al lupo, cara Nokia.

Ciao!

! 🙂 !

Ps.: un po’ di Nokia che ho toccato:

Nokia personali: 3330, 6600, N78.
Nokia in famiglia: 3210, 3200, due 2600, 2760, due N70 tutt’ora operativi (ad uno non funzionava bene lo schermo e, con 10€ di spesa, l’ho cambiato senza problemi).
Nokia “gestiti”, a cui ho fatto “assistenza”, che ho almeno toccato una volta nella vita: 1100, 1600, 3220, diversi 3310 (solo i miei cugini ne hanno avuti 10), 3100, 3650, 6111, 6210, 6230, 5300, 3510, 3510i, 5110 (lo aveva mio zio con due batterie e la base per caricarle entrambe e mia cugina), 5210, 5220 XpressMusic, 6310i, 6630, 7110, 7710, 7600, 7610, 6101, 6680 (cambiai il product code), 8210, diversi N70 (anche nelle edizioni “Music“), diversi N73 (anche nelle edizioni “Music”), N80, N91, N95 (entrambe le edizioni), N97 Mini, E51, N8, 5228, 5530 XpressMusic, E52, 5800 XpressMusic, E66 ed altri che sicuramente mi sono dimenticato…

“Think different”: 1984 – 2011 – 2

Riporto un commento da questo post (link al commento):

think different e’ molto parodia di “1984″, Orwell…

Ecco un secondo video a riguardo sullo stesso canale di YouTube (fermo immagine a 8″):

Che dire?

Quando uscì l’iPad, a chi mi chiedeva “Secondo te, com’è?” rispondevo così:

Dopo averne utilizzato uno (con jailbreak) nella Vita di tutti i giorni ho cambiato la mia opinione in proposito in “Ah però, non sarebbe male se fosse più “open”, avesse un’uscita video ed un’entrata usb!”.

Bene, sembra che quasi tutti i tablet Android abbiano queste caratteristiche (in particolare quello dell’HTC e di Toshiba, le due marche che prenderei in considerazione), quindi staremo a vedere l’evolversi della situazione.

Che sia la fine dei netbook (netbook, non notebook)?

Per me si!

Ciao!
! 🙂 !

Ps.: le persone in tuta bianca, sono tutte persone che hanno morsicato la “Mela Bianca” 🙂 ?

“Think different”: 1984 – 2011

Correva l’anno 1984 e qualcuno faceva capolino:

Ultimamente, però, mi sono domandato se si ricordassero del loro motto, “Think different”.

Non so se avete notato ma c’è una “massa” di gente tutti con gli iPhone, iPhone che differiscono solo per lo storage interno e per il colore (non per tutte le generazioni); addirittura, prima dell’arrivo della quarta generazione, non si poteva neanche cambiare lo sfondo della SpringBoard: tutto nero per tutti.

Quindi mi chiedevo “Come faccio a “pensare differente” se non sono libero di fare le mie scelte?”.

Il livello di personalizzazione di Android, senza nessun tipo di sblocco, è estremo: posso, ad esempio, scegliere di utilizzare una diversa GUI rispetto a quella offerta dal produttore, posso scegliere di utilizzare una tastiera diversa e così via, tutto liberamente e legalmente scaricabile dal Market.

In realtà il discorso sarebbe molto più lungo e complicato ma era una premessa per mostrarvi una pubblicità che sarà trasmessa durante il Super Bowl, quella del Motorola Xoom:

Ragazzi, che dire: più che una pubblicità, sembra una dichiarazione di guerra!

E quindi, che la guerra abbia inizio!

Ciao!
! 🙂 !