“Think different”: 1984 – 2011

Correva l’anno 1984 e qualcuno faceva capolino:

Ultimamente, però, mi sono domandato se si ricordassero del loro motto, “Think different”.

Non so se avete notato ma c’è una “massa” di gente tutti con gli iPhone, iPhone che differiscono solo per lo storage interno e per il colore (non per tutte le generazioni); addirittura, prima dell’arrivo della quarta generazione, non si poteva neanche cambiare lo sfondo della SpringBoard: tutto nero per tutti.

Quindi mi chiedevo “Come faccio a “pensare differente” se non sono libero di fare le mie scelte?”.

Il livello di personalizzazione di Android, senza nessun tipo di sblocco, è estremo: posso, ad esempio, scegliere di utilizzare una diversa GUI rispetto a quella offerta dal produttore, posso scegliere di utilizzare una tastiera diversa e così via, tutto liberamente e legalmente scaricabile dal Market.

In realtà il discorso sarebbe molto più lungo e complicato ma era una premessa per mostrarvi una pubblicità che sarà trasmessa durante il Super Bowl, quella del Motorola Xoom:

Ragazzi, che dire: più che una pubblicità, sembra una dichiarazione di guerra!

E quindi, che la guerra abbia inizio!

Ciao!
! 🙂 !

7 risposte a ““Think different”: 1984 – 2011”

  1. @ simo:
    specifichiamo:
    lo slogan “Think different” fu coniato molto tempo dopo (fine anni novanta – inizio anni 2000) e stava a significare “Scegli qualcos’altro al di fuori di Microsoft: pensa diverso!”: in quei tempi Microsoft era in piena espansione (Windows ’95 – Windows ’98).
    La pubblicità del 1984, invece, è la parodia di 1984 di Orwell ma il senso è quello: uscire dagli schemi.
    Il problema è che, secondo me, si sta ritornando verso quella chiusura mentale: tutti con gli iPhone e tutti su Facebook.
    Chiusura, come scritto, presente fino a poco tempo fa su gli iPhone non sbloccati: personalizzazione praticamente assente.
    Ciao!
    ! 🙂 !

  2. @ lupoalberto12:
    right. sono stato troppo precipitoso nel leggere il post (a lavoro mozilla:simone = polpette:fantozzi).
    volevo intendere il 1^ spot, dell ’84, of course 🙂
    l’ iphone e’ status symbol in tutto e per tutto. come un telefonino 15 anni fa.
    FB ha fatto mettere davanti al pc gente che prima manco lo accendeva. e poi ha accomunato questi a chi gia’ usava social network.
    creano dei soldatini perche’ usati in maniera criticabile; ma forse ci sono strumenti massificatori molto peggiori…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting